• Ultimi post

  • Categorie

  • HMM in libreria

  • Post mese per mese

  • Le avventure di Piccolo Furfante

  • Dicono di me…

  • Un’idea dal passato

    Le Navi: libro-gioco fai da te

Il castello di carta dei cavalieri dell’Apocalitta

Mammagiramondo ha colpito ancora!! Da sempre leggo i suoi post e da sempre mi faccio rapire dai suoi racconti e dalle sue avventure. Qualche giorno fa mi sono lasciata trasportare dalla magia delle sue parole,  leggendo l’articolo dedicato ai castelli di Bellinzona, città che adoro e che dista pochissimo da casa P.

Così, visto che era già in programma una gita sulla neve nella vicina Svizzera, io e Papà Ema abbiamo deciso di fare una sosta sulla strada per visitare uno dei tanti castelli disseminati qua e là. Abbiamo scelto per comodità il castello di Mesocco ai piedi del monte San Bernardino. Il castello è in via di ristrutturazione e vi si accede solamente da un sentiero che in questo periodo è completamente sommerso di neve. Salire la ripida stradina e trovarsi davanti il gigantesco muro di cinta e alle torri imponenti è stato già di per sè emozionante. Piccolo  si è lasciato trasportare dalla magia del luogo: noi, unici visitatori, che varcato il ponte levatoio siamo stati catapultati in un luogo incantato, fermo nel tempo. Il castello è interamente visitabile, anche se alcune zone sono un po’ “pericolose” per un bimbo piccolo perchè prive di sicurezze e recinzioni. La nostra gita ha avuto un gran successo, tanto che Piccolo Furfante non ne voleva più sapere di venir via. Papà Ema allora si è dovuto inventare una delle sue “bizzarre” storie per convincerlo a riprendere il cammino: dovete saper , infatti, che  i 4 cavalieri dell’Apocalisse  (Apocalitta per PF), padroni del castello, alle 14.00 in punto di ogni giorno tornano alla loro dimora per riposarsi dalle fatiche e se trovano qualcuno nel palazzo, lo trasformano in un pezzo di ghiaccio. Essendo il castello pieno di pezzi di ghiaccio, la storia è sembrata alquanto verosimile a Piccolo Furfante che non si è fatto pregare oltre😉

La visita al castello però lo ha talmente colpito che non ha fatto altro che raccontare la sua avventura a tutti e a riviverla con le sue costruzioni Lego.Così mi sono detta: perchè non costruire insieme il castello dei Cavalieri dell’Apocalitta!??

L’anno scorso avevamo già  realizzato un castello con i rotoli di carta igienica: gioco che lo aveva divertito parecchio. Quello che però ora volevo creare era un castello diverso:  più imponente, con un ponte levatoio, la bandiera svolazzante… Insomma un castello degno dei 4 cavalieri dell’Apocalitta e adatto ai giochi di PF😉

Pensa che ti ripensa, finalmente ho steso un progetto, ma prima ho avuto bisogno di compare uno degli ultimi pandori rimasti al supermercato. Mi sono dovuta, come si dice, “sacrificare per la causa”: sbafarmi il pandoro per poter riciclare la scatola!! 😉

Cosa abbiamo usato per costruire il nostro castello:

  • scatola di pandoro
  • colori acrilici (bianco e nero)
  • pastelli (grigio, verde, marrone chiaro e scuro)
  • forbici
  • coltello
  • filo di lana
  • carta adesiva verde
  • 1 cannuccia

Come lo abbiamo costruito:

Per prima cosa dovevamo dare alla scatola la forma del castello. Ho creato quindi  le guglie, facendo dei tagli sulla parte alta della scatola. Tagli distanzati fra loro 2/3 cm. Ho poi tagliato alternativamente (una sì e uno no) le liste di carta che si erano create: le listine non tagliate rimangono attaccate alla parte alta della scatola, mentre quelle tagliate diventeranno le guglie . Una volta create le liste,  facendo una leggera pressione sulla parte alta della scatola, il cartone si abbassa fin sotto i tagli, facendo emergere le guglie (parti staccate dal cartone) e creando un piedistallo (parte alta della scatola con listine attaccate) dove i personaggi possono essere appoggiati. E’ più difficile a dirsi che a farsi: credetemi!! La foto a fianco chiarisce meglio il tutto.

Ho poi creato i ponti levatoi (Piccolo Furfante ne voleva due!!): usando un coltello ho praticato due fori, abbastanza grandi, su due lati della scatola. Le porte devono rimanere attaccate alla scatola alla base della stessa.

Una volta presa la forma di un castello (giuglie e porte), abbiamo cominciato a dipingerlo. Prima abbiamo steso una base, molto spessa, di bianco e poi, quando ormai il colore era quasi asciutto, abbiamo unito al bianco il nero e con pennellate poco precise (con PF non ci sono problemi!) abbiamo rivestito tutta la scatola che è rimasta ad asciugare per una notte intera.

Il mattino dopo (con PF a scuola e delle slide che aspettavano solo di essere preparate. ARGH!) mi sono messa a disegnare con i pastelli i mattoni del muro, il prato, i ponti levatoi ed alcuni ciuffetti d’erba tra i mattoni.Per rendere i ponti davvero levatoi, ho fatto un foro in alto a ciascuna porta e ho infilato un filo di lana  (lungo) che unisse i due ponti. Ho infilato la metà del filo di lana all’interno del buco della parte alta della scatola, dove c’era originariamente il nastro. Ho inserito poi il filo di lana dentro ad una cannuccia che ha bloccato così il buchino. In cima alla cannuccia ho appiccicato una bandiera di carta.

Per finire ho rivestito la base interna della scatola con della carta adesiva verde, per dare un effetto prato.

Il nostro castello è terminato. Ha due ponti levatoi che si sollevano tirando la cordicella infilata nella cannuccia, un piedistallo che permette ai cavalieri di controllare cosa succede all’esterno  ed un ampio pian terreno dove riporre armi e far riposare i cavalli! Insomma: un castello perfetto per i nostri 4 cavalieri dell’Apocalitta!🙂

Ecco altre idee cavalleresche dalla rete:

  • HowStuffWorks (con le istruzioni per creare un castello di carta)
  • Playbythebook (per realizzare un castello con una scatola di cartone e 4 rotoli di carta igienica)
  • Kids’Castles (con tante immagini e idee per creare castelli fai da te)
  • CraftProjects(con un altro castello di cartone)
  • Counter-cultarSchool (per creare un castello di cartone e fare alcune attività cavalleresche)
  • KidoInfo (con le istruzioni ed il modello per costruire un castello con fogli di foam)
  • PaneAmoreeCreatività (per creare case e castelli di cartone a grandezza bambino)
  • CrochetMe (per realizzare ad uncinetto i personaggi del castello: il drago, la principessa, il prode cavaliere, il fido destriero…)
  • FreePeople (per creare un drago-pipistrello con il feltro)
  • Crayola.com (con le istruzioni per realizzare alcuni personaggi del castello: la principessa, il principe, il ranocchio)

LEGGI ANCHE…

10 Responses

  1. Thanks for linking to my castle! I moved my blog and the correct page is:
    http://www.playingbythebook.net/2009/10/01/castles/
    I’m now off to explore your blog a little more! It looks lovely.

  2. Complimenti! E’ bellissimo e molto realistico🙂

  3. @Zoe
    Thanks for the new link!🙂

    @Claudia
    Graze mille, cara!🙂
    Che settimana pazzesca… meno male che domani è venerdì🙂

  4. bellissimo! che voglia di girovagare… con gli impegni di questo mese è impossibile, ma appena arriva la primavera… bellissimo il castello e anche la storia del castello di ghiaccio😉
    ps ci siam dati ai fagioli che stan germogliando… è bello vedere come si stupisce dei suoi fagioli bebè!
    in questi giorni poi largo alla pasta dipinta, lasciata asciugare, e infilata in collane e braccialetti! quelle fatte a mano valgono il doppio delle altre…

  5. Ciao Francy,
    noi purtroppo siamo tappati in casa: PF ha un po’ di febbre e oggi è venuta giù una tale nevicata… e chi l’avrebbe detto!!! Anche da voi???
    Mi sa che domani, ci diamo anche noi alla pasta dipinta. Non l’abbiamo mai provata a fare… sarà un lavoretto divertente🙂
    Oggi abbiamo fatto valanghe di biscotti di pasta frolla e dipinto una scatoletta per S. Valentino. Che tristezza però non poter andare a giocare con la neve, dopo averla aspettata tanto😦
    Va beh, va beh…
    Baciottoni

    P.S.
    Domani avrò anch’io il mio breccialetto di pasta homemade, eh, eh, eh🙂

  6. Cara Paola come sempre hai delle idee straordinarie. e che dire della storia dei “cavalieri dell’Apocalitta”, la racconterò di sicuro a Aj che ne andrà pazzo. tra l’altro come ti ho scritto sul blog, dovevamo proprio venire dalle vostre parti lo scorso fine settimana e magari facevamo anche un salto al castello.
    Poi attirati dal super sole previsto in Liguria abbiamo cambiato (come sempre last minute) il programma. Weeknd intensissimo e davvero favoloso.
    Ma verremo presto e allora…
    Spero stiate meglio. un grosso bacione

  7. Ciao cara,
    ho letto e gustato i tuoi post sulla Liguria🙂 Bellissimo il mare d’inverno e Camogli è speciale!!!
    In questi giorni da noi è un po’ uggioso: nuvole basse, nebbiolina… una tristezza!! Meglio il bel sole della Liguria🙂
    Un bacione
    P.S.
    PF si è ripreso alla grande, ora siamo io e Papà Ema “intasatissimi”😦

  8. Menomale leggo che state meglio🙂 A Milano la neve non è gran cosa… crea solo problemi e diventa marrone e grigiastra in tempi record. E stamattina nevica di nuovo… pare sarà così altri 2 giorni.

  9. questa è davvero un’idea ingegnosa per un gran riciclo.. Grazie!!!

  10. @ Francy
    Qui oggi davano neve, neve, neve… ma non si è vista nemmeno l’ombra di un fiocco.
    Mi sa che ultimamente non ci azzeccano molto!!

    @MammaC
    Grazie a te per i complimenti🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: