• Ultimi post

  • Categorie

  • HMM in libreria

  • Post mese per mese

  • Le avventure di Piccolo Furfante

  • Dicono di me…

  • Un’idea dal passato

    Le Navi: libro-gioco fai da te

Doni sotto l’albero: idee regalo per bambini

E’ tempo di regali! Molte mamme ed amiche mi hanno chiesto cosa regaleremo a Piccolo Furfante questo Natale oltre a qualche idea per i regali da fare ai loro bimbi.

Sono sempre un po’ in difficoltà quando devo suggerire qualcosa di specifico, perchè penso che  la scelta di un regalo dipenda da vari elementi: i gusti del bimbo/a, la sua età e le sue abilità, le idee e gli obiettivi degli adulti.

Così ho pensato che forse sarebbe stato più utile fornire elementi su cui riflettere per fare una scelta consapevole piuttosto che dare solamente una lista  di doni e giocattoli da cui poter trarre ispirazione.

In primo luogo bisogna tenere in considerazione l’età del bimbo/a: giochi troppo semplici, oltre a non piacere, potrebbero annoiarlo, farlo sentire “ancora piccolo” e  inadeguato, troppo complessi invece potrebbero fustrarlo e farlo sentire incapace. Sulle scatole dei giochi  fortunatamente viene riportata questa indicazione. E utile comunque tenere presente, in linea generale, che

  • a 2/3 anni l’ideale sono giochi che permettano l’imitazione della vita quotidiana come per esempio cucine, pentole e cibo giocattolo, carrelli e cestini del supermercato, passeggini e seggioloni, attrezzi da lavoro… Attraverso questi giochi i bimbi possono fare esperienza della vita che li circonda, comprenderla e, per una volta, essere loro ad averne il controllo.Dato che le loro abilità manipolative stanno migliorando sempre più , possono essere utili e graditi anche giocattoli “didattici” come torri o cubi da impilare, contenitori dove inserire oggetti sagomati, paste da modellare
  • a 3/4 anni, quando i giochi di finzione cominciamo ad essere più complessi, sono indicati giocattoli da assemblare più  articolati (come per esempio casette, castelli, fattorie … ma anche puzzle) con cui il bambino potrà dar vita a molte, differenti  attività ed esercitare le proprie abilità manipolative. Sono consigliabili anche costumi e cosmetici con cui trasformarsi e “giocare ad essere…”. Il bimbo in questo modo potrà dar sfogo alla propria creatività, voglia di creare e reinventare/rsi.
  • intorno ai 4 anni, quando il bambino comincia ad accettare semplici regole sociali come il condividere con gli altri e rispettare il proprio turno, sono consigliabili semplici giochi di società  o giochi in cui è prevista la presenza di più giocatori come per esempio i memory, il domino, la tombola
  • a 4/5 anni quando i giochi di finzione divengono ulteriormente più complessi,  i giocattoli  possono essere sempre più articolati, più ricchi e legati a mestieri e ruoli specifici come la maestra,  il ferroviere, il medico, il supereroe, la mamma o il papà...
Il sito giocattolisicuri.it offre molti suggerimenti sui tipi di giocattoli adatti ad ogni età.
Una volta individuato il giocattolo più idoneo all’età, la scelta del materiale, del marchio e dell’estetica del singolo giocattolo sono, a mio avviso, di unica pertinenza del genitore o adulto. Un campo su cui non voglio interferire o essere intransigente. Io personalmente prediligo materiali naturali e giocattoli fatti a mano, ma – ripeto – questa è una mia preferenza e scelta personale che non voglio imporre ad altri .
Piccolo Furfante quest’anno troverà sotto l’albero un set da capostazione (berretto, paletta, fischietto e biglietti) così come aveva chiesto  nella sua letterina (un grazie di cuore a zio Natale e zia Elfa che hanno fatto recapitare il tutto a mezzo renna celere😉 ) e mobili ed arredi per completare la sua cameretta🙂. So che arriverà qualche gioco creativo da parte dei nonni ed amici, libri a volontà e  un pupazzo fatto a mano da parte degli zii lontani!
Un ricco Natale, ma non troppo.
Tengo sempre a mente, infatti, una semplicissima regolatta che recita …
pochi  giochi non stimolano sufficientemente il bambino. Troppi non vengono apprezzati, lo confondo e rendono difficile la sua concentrazione ed attenzione🙂
E per gli amichetti e le amichette di Piccolo Furfante? I pacchetti sono già chiusi, impacchettati ed infiocchettati. Sono tutti giochi creativi acquistati nei miei negozi di giocattoli preferiti, dove anch’io torno un po’ bambina!🙂
Ed ecco alcune idee regalo dalle rete:
LEGGI ANCHE…

3 Responses

  1. vediamo se stamattina riesco a scriverle ste righe… aggiungo un appunto visto che mi giungono domande dai parenti, diffondiamo due cose in più🙂 non regalate giochi ai bambini belli, perfetti e sbarluccicosi, così tanto che per usarli devi continuamente dirgli attento che cade, ti fai male oppure, così si rompe! ecco i giocattoli del “se lo sui così lo rompi” almeno ai più piccoli proprio no… i giochi devono essere suoi, e deve poter sperimentare anche da sola, se si rompe, non è un giocattolo adatto a quel bambino
    poi un appunto sulle bambole: la mia piccola, forse perchè piccola non so, rifiuta categoricamente le “belle bambole” quelle perfette tanto che sembrano vere, l’anno scorso, che aveva solo 1 anno, gliele hanno regalate tutti e le facevano così spavento ste bambe che rigurgitavano, parlavano, e facevano ogni altra cosa “vera” che le ho dovute nascondere e tutt’ora sono nascoste, col risultato di quanto ci rimane lei difronte a un simile giocattolo e quanto il parente di turno che vede non apprezzato nella forma più vera, il proprio dono scelto con amore. Sono più apprezzate dai bambini le bambole di pezza, quelle meno vere possibili, quelle con gli occhi di bottoni che con le ciglia di seta… i pupazzetti con volti sorridenti ecc.
    Un appunto sui giocattoli “normali” eh eh anche noi ne abbiamo alcuni: ad esempio tutto quanto è di Minnie… la casa, la macchina, l’aereo e ovviamente le statuine per giocare… ieri abbiamo creato handmade la mongolfiera con una scatoletta rivestita di carta da regalo, nastro dorato e un palloncino colorato!
    e poi per le bimbe andate a colpo sicuro con gli specchi e i set da principessa, e anche i travestimenti, cappellini e borsette, li adorano sin da piccole!
    Altro elenco di giochi snobbati: quelli pronti che sperimentati i primi 5 minuti rimangono a prendere polvere, tipo quei simil pc dei vari personaggi, giochi “interattivi” luci suoni da schiacciare, che di interattivo non hanno nulla, sono solo ripetitivi e annoiano subito.
    Via libera agli strumenti musicali, per maschi e femmine, sin da piccoli: tromba, tamburo, pianoforti, la mia li adora e Babbo Natale sta per portarci anche una chitarrina😉
    I cavalcabili vanno bene fino a 2 anni circa e confermo pentolini a volontà! io la cucina gliela ho fatto a tema topolino, con scatole di cartone e cartapesta, tutta colorata e dipinta, munita di finestra e tendine…

  2. Ciao Francy…
    grazie dei suggerimenti!!🙂
    Mi rendo conto che avrei potuto fare un post diverso: “i giocattoli che non sono apprezzati dai nostri bimbi” chiedendo il contributo di tutti! Un monito per parenti e amici😉
    Un bacione

  3. a 2/3 anni l’ideale sono giochi che permettano l’imitazione della vita quotidiana come per esempio cucine, pentole e cibo giocattolo, carrelli e … ggiocattolocucine.wordpress.com

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: