• Ultimi post

  • Categorie

  • HMM in libreria

  • Post mese per mese

  • Le avventure di Piccolo Furfante

  • Dicono di me…

  • Un’idea dal passato

    Le Navi: libro-gioco fai da te

I folletti di Natale: da un racconto natalizio tante attività

Qualche giorno fa Francy raccontava in un commento l’attività che aveva fatto con la sua bimba legata al racconto natalizio “I  folletti di Natale” scritto dal mio amico Francesco per la nostra corona dell’avvento.

Penso che l’idea  sia davvero stupenda e così, dato che leggerò questa storia a Piccolo Furfante domenica prossima, mi è venuta  voglia di proporgliela nel modo suggeritoci da Francy: rendere cioè il racconto interattivo! Sono sicura che Piccolo Furfante apprezzerà molto questa proposta.🙂

Francy, dopo aver  letto la storia alla sua bimba, le ha messo a disposizione dei disegni da colorare legati al racconto che poi ha utilizzato per creare un libretto fai da te.

Francy gentilmente mi ha mandato il suo lavoro via mail, ma dato che non potevamo utilizzare le immagini da lei scaricate (erano copyright! ARGH!) ho risistemato il libretto usando le solite clipart Microsoft. Ed ecco qui il racconto di Franz trasformato in un libretto da leggere e colorare. Magnifico!!

Franz naturalmente è stato contento di metterci a disposizione la sua storia . Un grazie di cuore va anche a lui🙂

Ecco un po’ di disegni che possono essere utili per continuare a giocare con i folletti:

E’ possibile inoltre, partendo sempre dalla storia, fare altre attività con i bambini come cucinare veramente i biscotti di Natale (ecco una ricettina facile facile di sicura riuscita!) oppure…

Che dire: buon divertimento!

Aggiornamento –  lunedì 14 dicembre 2009

Ieri abbiamo letto la storia e Piccolo Furfante si è divertito un sacco a colorare i disegni🙂

Ecco i sui capolavori di cui va molto fiero…

LEGGI ANCHE…

7 Responses

  1. Bellissimo libretto e bellissima idea!! anche io adoro “concretizzare” le storie e i libri che leggiamo con attività, un classico che ripetiamo ogni anno è la storia dlel’omino di panpepato che leggiamo mentre prepariamo i biscotti e poi ancora al momento di mangiarli!
    Lo stesso capita nei viaggi, anche se in modo diverso. cerco sempre di scegliere per Aj libri a tema con la meta dove andiamo o che comunque possano in qualche modo farci rivivere la storia e divertirci.
    Cos’ ad esempio con il naso che scappa al mercato (ci abbiamo giocato anche ai mercatini di Natale di Trento!!;)
    Un abbraccione e a presto!

  2. Ma grazie!!!! eh eh non c’era bisogno della dedica🙂
    Anch’io come la giramondo cerco di approfondire disegni e letture… siamo agli inizi per lei, avendo solo 25 mesi, ma vedo che girellare, guardare, ascoltare e poi disegnare la diverte molto e contribuisce alla sua crescita, al bagaglio che piano piano acquisisce… quando siamo andati al museo di Van Gogh in Olanda camminava appena, ma avendo la parlata precoce tipicamente femminile😛 (ha iniziato a 7 mesi!) commentava i quadri quando riconosceva figure a lei note: mele, patate, gli alberi… non avrei mai creduto che a 15 mesi si potesse portare un bimbo al museo, e far si che ne godesse, non come zavorra disturbatrice… poi le ho preso un libretto con i quadri di Van Gogh da colorare. Penso che sarà bello anche riguardarli tra qualche tempo.

    Già che ci sono, lascio una postilla polemica, perchè in questo paese in molti musei i bimbi così piccoli non possono neanche entrare… mentre all’estero sono a disposizione laboratori, audiocuffie dedicate, ingresso prioritario e gratuito, bookshop dedicato e bar attrezzati. Dovremmo prendere esempio.

  3. complimenti per l’idea la stamperò subito e anche per il sito l’ho scoperto solo da pochi giorni e lo stò navigando in lungo e in largo brava!

  4. @Mammagiramondo
    Stavo giusto cercando una storia sull’omino Pandi Zenzero… ho in giro una filastrocca di un libro americano, ma ero proprio in cerca di un racconto. Sai darmi qualche dritta??

    @Francy
    La dedica era il minimo!!🙂
    Per quanto riguarda la tua nota sui musei intaliani concordo, anche se vedo negli ultimi anni dei miglioramenti… o almeno la volontà di fare qualcosa! Purtroppo penso sia un circolo vizioso: i bimbi non vanno al museo perchè non è pensato anche per loro e i musei non si attrezzano perchè tanto non vengono bimbi!! In più c’è un grosso problema economico: la mia amica che è una delle responsabili del Children Museum di San Francisco mi diceva che le entrate non riescono a coprire minimamente i costi e sono necessarie moooooooolte sovvenzioni pubbliche e private!! Quindi…se tanto mi da tanto…😉

    Per quanto riguarda l’avvicinare i bimbi all’arte. Ho un bellissimo libro che PF adora: “Camilla e il pirata Caravaggio”. La storia è meravigliosa: Camilla e i suoi amici vengono imprigionati dal pirata-buongustaio e attraverso l’aiuto di alcuni personaggi di quadri famosi dovranno provare di amare il cibo. E’ un libro meraviglioso. E’ un testo pensato per l’educazione alimentare (alla fine infatti ci sono delle schede apposite), ma il racconto è fantastico!🙂
    Un bacione

  5. @Supermamma
    Benvenuta e grazie dei complimenti🙂
    Buona navigazione
    Paola

  6. Ascolta io ho il libro “L’omino di panpepato” edirto da Mondadori nella collana le pietre prziose.
    Non so se si trova ancora, sicuramente in biblioteca.
    Poi ne ho un’altra versione in uno dei fascicoli dei racconta storie, la raccolta vecchissima di cui non perdevo neanche un numero quando ero piccola e che si vendeva in edicola insieme alla cassetta. Te la ricordi?
    Purtroppo e me ne lamentavo l’altro giorno in libreria, in Italia mancano ancora tantissime libri che in america sono famosissimi e che credo valga la pena di tradurre.
    Pensa alla storia della renna Rudolph di May che tra l’altro ha una storia dietro bellissima di cui voglio parlare sul blog)che è una delle mie preferite (e anche di Aj) a tema natale e il cui libro qui proprio non si trova.
    Un abbraccio e fammi sapere

  7. Grazie Mammagiramondo per le dritte. Pensavo di riuscire ad andare settimana scorsa in libreria a fare razzia, ma non ce l’ho fatta! ARGHHH😦
    Dovrei riuscire domani… e ora ho in mano un po’ di titoli !🙂
    Per quanto riguarda le pubblicazioni americane o anglosassoni (in generale) sono d’accordissimo con te… meno male che ci sono amazon & c. 😉
    Un bacione e buon inizio settimana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: